Sabato 11 Luglio 2020
Martedì, 11 Febbraio 2020 07:38

Ciaspolata Riale - alpe Furculti

Vota questo articolo
(5 Voti)
La piana di Riale con la caratteristica chiesetta La piana di Riale con la caratteristica chiesetta Mario Parietti

Bella e facile ciaspolata in valle Formazza con pendii poco ripidi e fantastici panorami.

Siamo a Riale, dove finisce la strada che risale la valle Formazza; parcheggio facile e gratuito alle porte del paese.

Come arrivare: Riale è l'ultimo centro abitato della valle Formazza, per raggiungerla si prende l'apposita uscita sulla Strada Statale del Sempione (la medesima di Crodo e Devero), si oltrepassa Baceno fino ad arrivare alle porte del paese, link alla mappa Google

Riale è uno dei luoghi più conosciuti ed amati dell'intera val d'Ossola, è comodamente raggiungibile con la strada percorribile fino alla base della diga del lago di Morasco (durante la bella stagione) ed offre agli amanti della natura opportunità per praticare escursionismo ad ogni livello; durante la stagione invernale le auto possono arrivare solo alle porte del nucleo abitato e l'intera piana è occupata da una frequentata pista per praticare sci di fondo. La strada che arriva all'area camper e risale verso il rifugio Bin Se è battuta dal gatto delle nevi e può essere percorsa a piedi facendo attenzione ad alcuni tratti in cui incrocia il tracciato del fondo.

La piana di Riale con la pista di sci di fondo e la caratteristica chiesetta
La piana di Riale con la pista di sci di fondo e la caratteristica chiesetta

La strada che arriva all'area camper e risale verso il rifugio Bin Se è battuta dal gatto delle nevi e può essere percorsa a piedi facendo attenzione ad alcuni tratti in cui incrocia il tracciato del fondo. Riale è di antica origine Walser la popolazione proveniente dal vicino vallese che si insediò nella località passando attraverso il passo del Gries ed ancora oggi, a fine agosto, si celebra la Sbrintz Route una rievocazione storica che ripercorre la storica via di comunicazione (Cherbäch è il nome di Riale in lingua Walser).

La ciaspolata di oggi è un parziale anello lungo meno di 10 km e dal dislivello di circa 400 m davvero adatta a tutti ideale per ammirare gli splendidi panorami della valle Formazza.

Vale Formazza in bianco e nero
Ambra mi precede nella salita, siamo poco sopra il rifugio Bin Se

Al di la di condizioni particolari conviene calzare le ciaspole a monte del rifugio Bin Se che è situato alla fine della piana, in posizione leggermente sopraelevata sopra questa, poco sotto la diga del lago di Morasco; lo si raggiunge dopo aver superato il centro abitato e la chiesetta prendendo a sinistra una volta che si è raggiunto quello che nella bella stagione è il parcheggio estivo.

La prima parte del percorso segue abbastanza fedelmente il tracciato per la piana del Neflengiu guadagnando dislivello con tornanti mai ripidi; ad una decina di minuti dal rifugio s'incontrano le indicazioni con il cartello per il giro del lago di Morasco (direzione che prenderemo al ritorno).

Piana e passo Neflengiu sono un'escursione estiva che ho descritto tempo fa qua sul sito e salendo mi ricordo bene i paesaggi visti allora anche se l'atmosfera invernale dona un fascino completamente diverso. Giunti ad un pianoro s'incontra un bivio con le tracce che procedono dritte e abbandonano l'itinerario per il Neflengiu seguite fino a quel momento (il cartello è presente ed indica comunque anche l'alpe Furculti), da questo punto con un breve tratto di saliscendi si giunge alla meta in pochi minuti.

Alpe Furculti in valle Formazza
Alpe Furculti

All'alpe Furculi si gode uno splendido panorama, c'è una piccola baita e s'incontrano alcuni cartelli con una meta molto interessante per chi volesse continuare con la ciaspolata: è l'alpe Stafel indicata a 25 minuti raggiungibile però con tratti piuttosto ripidi.

Per il rientro, dopo aver rifatto al contrario il percorso fatto a salire fino al bivio di cui parlavo prima, si raggiunge la diga del lago di Morasco e la si attraversa scendendo alla piana di Riale dalla parte opposta da cui siamo saliti.

Lago di Morasco
Lago di Morasco

 

 

  • Se camminare con le racchette da neve è pratica di moda e sempre più diffusa, la coltre bianca regala al paesaggio atmosfere spesso fantastiche che sono bellissime da fotografare: sul sito un'apposita sezione è dedicata proprio alle escursioni con le ciaspole (Link).
  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanità, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!   

Articolo scritto da Mario Parietti fotografo professionista di Luino provincia di Varese e responsabile del sito lago Maggiore e Dintorni. Archivio fotografico di migliaia di immagini sul lago Maggiore, provincia di Varese, canton Ticino, provincia di Verbania e provincia di Novara.

 

Letto 1099 volte Ultima modifica il Mercoledì, 11 Marzo 2020 13:53

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Vi consigliamo...

Più popolari