Mercoledì 18 Settembre 2019
Sabato, 31 Maggio 2014 00:00

Besano - M.Te Grumello

Vota questo articolo
(6 Voti)
Belvedere sul lago di Lugano dalla linea Cadorna Belvedere sul lago di Lugano dalla linea Cadorna Mario Parietti

Bella passeggiata con valenza paesaggistica, storica e culturale.

Siamo a Besano, in provincia di Varese, località Novella, possibilità di parcheggio sulla strada dove incomincia il sentiero n° 1 per il monte Grumello.

Besano si raggiunge percorrendo la SS344 Varese/Arcisate/Porto Ceresio.

Besano  (350 m. s.l.m.) - Monte Grumello (690 m. s.l.m.). 

L'itinerario che propongo è ricco di motivi di interesse e di limitato livello altimetrico, necesita tuttavia di attenzione, in quanto ci sono diversi bivi ed alcuni cartelli mancano o sono stati asportati. Siamo nel territorio del Monte San Giorgio, dichiarato dall'Unesco patrimonio dell'umanità (nel 2003 il versante svizzero e nel 2010 il versante italiano), per i preziosissimi resti fossili ritrovati e presenti nel suo territorio.

La valenza geo – paleontologica, con numerosi pannelli esplicativi, è il primo motivo di interesse, il secondo riguarda la linea Cadorna, con i suoi numerosi resti attorno alla vetta del monte Grumello; il terzo è costituito dalla presenza di alcune miniere che portano a seguire un sentiero apposito. Non manca l'aspetto paesaggistico con diversi scorci interessanti e la splendida vista sulla vetta del Grumello.

La gita segue all'inizio la vecchia strada militare (che peraltro conduce fino ai resti delle fortificazioni militari), con i pannelli che raccontano la storia geologica dei punti più interessanti, che mano a mano si attraversano. Al primo bivio (con un palo privo di cartello) si può prendere il sentiero di destra, che in una quindicina di minuti, porta al rio Ponticelli: qui nel 1974, per volontà del Museo Civico di Storia Naturale di Milano, vennero ripresi gli scavi paleontologici iniziati, per quel che riguarda il versante italiano, nel 1863. Tornati sui propri passi, si continua a seguire la strada militare, oltrepassando il bivio con il sentiero dei fossili (il percorso delle miniere che si può fare nella fase del rientro).

Proseguendo, si incontra un piccolo monumento a due giovani finanzieri, morti per fare il proprio dovere, come recita la targa (zona di confine tra Italia e Svizzera questa era, fino a non molti anni or sono terra di contrabbando). In circa mezzora, superato un altro bivio e tenendo a sinistra, si arriva ad un nuovo pannello che illustra le opere di fortificazione della linea Cadorna. (Link ad alcuni post sulla Linea Cadorna qui sul blog).

Poste su 4 livelli, abbastanza estese, vanno visitate muniti di torcia e conducono alla vetta del monte Grumello dove la vista sul Ceresio è impagabile. Ammirate le fortificazioni, con qualche rischio di perdersi, in quanto mancano cartelli per orientarsi, va trovato uno dei due sentieri che salgono in vetta, per ritornare al bivio di cui parlavo in precedenza e percorrere il sentiero delle miniere. Questo breve tratto è molto interessante e consente di venire a contatto con un altro pezzo di storia e cultura recenti: le miniere vennero aperte a partire dal 1774, per estrarre gli scisti bituminosi (la parte nera facilmente osservabile tra altri strati di roccia in numerosi affioramenti): questo materiale, ricco di sostanze organiche, fu dapprima utilizzato per produrre conbustibile, successivamente gas e nel corso dell'800 persino un unguento (il saurolo dalle proprietà curative). Particolare importante è che fu proprio nel corso dell'estrazione degli scisti bituminosi che si scoprirono i resti fossili. Ammirate le miniere e letti i panelli informativi il sentiero riconduce alla mulattiera fatta alla partenza (il percorso è abbastanza intuitivo anche se a un paio di bivi mancano le indicazioni).

  • Per altre bellissime escursioni sul Verbano e nelle sue splendide valli puoi seguire questo Link. Un'apposita sezione è dedicata agli itinerari alla scoperta della Linea Cadorna nel Verbano Cusio Ossola e nel varesotto (Link).
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!
Letto 4887 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Marzo 2019 16:10

Galleria immagini

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Data : 2019-09-01
7
Data : 2019-09-07
8
Data : 2019-09-08
17
18
19
30

Vi consigliamo...

Più popolari