Giovedì 22 Agosto 2019
Giovedì, 01 Agosto 2019 10:04

Saltrio - Cava la Brusata

Vota questo articolo
(4 Voti)
La cava la Brusata a Saltrio in provincia di Varese La cava la Brusata a Saltrio in provincia di Varese Mario Parietti - Riproduzione vietata

Breve ed interessantissima passeggiata alla scoperta della storia passata e recente di Saltrio e del suo territorio.

Siamo a Saltrio in provincia di Varese, ampio e comodo parcheggio gratuito nei pressi del cimitero.

Come arrivare: link alla mappa Google per raggiungere il parcheggio, punto di partenza della passeggiata.

 

Saltrio cimitero (560 m s.l. m.) - Cava la Brusata - Monte Croce

Confinante con Clivio, Viggiù, Besano ed il canton Ticino (dogana di Arzo), Saltrio è un Comune di circa 3000 abitanti posto nel lembo orientale della provincia di Varese; pur non essendo uno dei paesi più celebri del varesotto, Saltrio ed il suo territorio circostante sono ricchi di testimonianze in grado di raccontare la storia millenaria di questi luoghi.

La breve e facile passeggiata che parte dal cimitero di Arzo raggiunge infatti la cava Brusata, recentemente riqualificata dopo la cessazione della funzione estrattiva, permettendoci di prendere contatto con un'importante attività economica che ha interessato profondamente la zona; non di meno è possibile osservare anche alcuni fossili testimonianza della presenza di acque marine nel periodo del Triassico medio (il monte san Giorgio, sia per quanto riguarda il versante svizzero che per quello italiano è stato dichiarato patrimonio dell'umanità Unesco per l'importanza dei fossili ritrovati).

Fossile, cava la Brusata
Uno dei fossili che si possono ammirare alla cava la Brusata

Se continuiamo la passeggiata spingendoci poco più a monte della cava possiamo anche visitare trincee e manufatti appartenenti alla Linea Cadorna realizzati ad inizio '900 in funzione protettiva da possibili invasioni.

Sono 3 elementi davvero importanti per tutti coloro che amano associare al gusto di camminare la gioia ed il piacere di approfondire le proprie conoscenze; in particolare, una volta raggiunta la cava, ci si potrà informare leggendo i diversi pannelli posizionati dagli Amici del Monte Orsa che hanno curato i lavori di ripristino dei sentieri e messa in sicurezza della zona.

Tra questi uno descrive il "Saltriovenator" un dinosauro che viveva in queste zone circa 196 milioni di anni fa di cui sono stati rinvenuti dei resti nel 1996, un secondo ci parla dei problemi che creava agli scultori che utilizzavano la pietra estratta in zona la presenza di resti fossili; un terzo pannello riprende un articolo della “Prealpina” che narrava il grave incidente avvenuto nel 1932; un quarto pannello, forse il più curioso, descrive una ricetta “la zuppa dei cavatori” ideata da Michelangelo Buonarrotti a beneficio di coloro che lavoravano nelle cave e gli fornivano la preziosa materia prima utilizzata per scolpitre le sue opere.

Descrizione dell'itinerario:

il cimitero di Saltrio si raggiunge prendendo via Cave o via Manzoni (passando di fianco alla chiesa parrocchiale); lasciata l'auto nell'ampio parcheggio si costeggia il cimitero continuando dritti al primo bivio che s'incontra, per poi prendere il sentiero (segnalato) che sale verso la cava (svolta a sinistra) interamente nel bosco. Superata la sbarra si raggiunge dopo pochi minuti un nuovo bivio dove è possibile procedere in entrambe le direzioni per la nostra meta (30 minuti di cammino per entrambi i tragitti). Io scelgo il percorso “difficile” (nessuna difficoltà comunque è soltanto un pochino ripido) che raggiunge la zona della cava salendo in maniera quasi rettilinea. 

L'osservatorio appartenente alla cosiddetta
L'osservatorio appartenente alla cosiddetta "Linea Cadorna"

Continuando a salire ci si porta a monte della cava raggiungendo in breve le prime trincee della linea Cadorna che si superano con un ponticello. Poco oltre ecco il monte Croce alle cui spalle si trova l'ingresso di un cunicolo che porta all'osservatorio (per entrarvi è necessaria una pila, l'esterno è ben visibile prendendo il sentiero verso sinistra che conduce alla croce). Chi volesse continuare a camminare può facilmente scendere verso la strada asfaltata che, salendo da Viggiù conduce al monte Orsa.

Per il rientro val la pena utilizzare l'altro sentiero che si diparte dalla cava in modo da realizzare un piccolo anello.

 

 

 

  • La passeggiata da Saltrio alla cava Brusata in provincia di Varese è solo una delle centinaia di escursioni raccontate e fotografate per il sito, per altri bellissimi itinerari sul Verbano e nelle sue splendide valli puoi seguire questo Link
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito! 

Articolo scritto da Mario Parietti fotografo professionista di Luino provincia di Varese e responsabile del sito lago Maggiore e Dintorni. Archivio fotografico di migliaia di immagini sul lago Maggiore, provincia di Varese, canton Ticino, provincia di Verbania e provincia di Novara.

 

Informazioni aggiuntive

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 2 ore circa tra andata e ritorno e visita all cava e alle trincee
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Adatto a tutti
  • VALLE/LUOGO: Valceresio
  • LUOGO DI PARTENZA: Saltrio
  • PARCHEGGIO: Facile e gratuito
  • DISLIVELLO: 250 mt. Ca.
  • LUNGHEZZA: 4 Km Ca. tra andata e ritorno
  • PERIODO CONSIGLIATO: Tutto l'anno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Nessun problema da segnalare
  • INTERESSE: panoramicoculturaleartisticostoriconaturalisticodidattico
Letto 495 volte Ultima modifica il Mercoledì, 21 Agosto 2019 12:25

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
Data : 2019-08-03
15
Data : 2019-08-15
16
Data : 2019-08-16
17
Data : 2019-08-17
18
Data : 2019-08-18
23
Data : 2019-08-23
24
Data : 2019-08-24
25
Data : 2019-08-25

Vi consigliamo...

Più popolari