Giovedì 22 Agosto 2019
Martedì, 28 Maggio 2019 00:00

Tra borghi e cascate in valle Antrona

Vota questo articolo
(8 Voti)
La cascata di Viganella La cascata di Viganella Mario Parietti

Alla scoperta di borghi e cascate in valle Antrona in una giornata poco favorevole per un'escursione tradizionale a piedi.

Siamo in valle Antrona una delle bellissime valli che fanno parte della val d'ossola.

Come arrivare: per raggiungere la valle Antrona si deve percorrere la SS33 (Strada Statale del Sempione) uscendo a Villadossola (proprio dopo l'area di servizio) per poi seguire le numerose e ben fatte indicazioni per la valle Antrona (attenzione ai limiti a 30 km orari in tutto il percorso).

 

 

Una passeggiata in parte a piedi e in parte in automobile alla scoperta di cascate e paesi della valle Antrona 

Il primo post su lago Maggiore e dintorni dedicato alla valle Antrona è l'itinerario ad anello che, partendo da Antronapiana, raggiunge il lago di Antrona e successivamente il lago di Campliccioli per ridiscendere al lago di Antrona dopo essere passati per l'alpe Granarioli e successivamente per l'alpe Ronco (a questo link trovate la descrizione dettagliata della passeggiata); era il 2013 ed era in via di completamento il sentiero che avrebbe permesso di percorrere l'intero percorso circolare attorno al lago di Antrona. In particolare si stava terminando il tratto più particolare del tragitto, quello che passa sotto la cascata.

Questa passeggiata, piuttosto fuori dall'ordinario, rispetto agli itinerari presenti sul sito racconta anche questo tragitto che fin d'allora mi ero ripromesso di compiere.

L'articolo racconta una giornata in valle Antrona (organizzata lì per lì visto il tempo particolarmente incerto e minaccioso di pioggia) con un percorso in parte a piedi ed in parte in auto alla scoperta di borghi e cascate. 

1) La cascata di Viganella

Il primo punto d'interesse della giornata è la cascata di Viganella, ben visibile dalla strada subito dopo il bivio che porta in paese (Viganella l'ho poi visitata e fotografata al ritorno); formata da un paio di salti è molto caruccia e si lascia fotografare in tutta tranquillità perché davanti al torrente è stato realizzato un piccolo parco pubblico dove non mancano alcuni giochi per bambini). La cascata, sul rio Baulé è tra l'altro illuminata.

La cascata di Viganella in valle Antrona
La cascata di Viganella in valle Antrona

2) Antronapiana, Comune di Antrona Scleranco. 

Ripresa l'auto si prosegue a risalire la valle fino a raggiungere Antronapiana dove la strada si divide: a destra si procede verso Cheggio ed il lago dei Cavalli mentre procedendo dritti si arriva al lago di Antrona.

Lasciando l'auto nei pressi della via crucis (ben visibile dalla strada, svolta a sinistra prima di entrare in paese) val la pena di visitarla per poi farsi un giro nel borgo, ricco di angoli caratteristici, affreschi a carattere religioso ed esempi di architettura rurale.  Antronapiana, dove tra l'altro spicca per importanza la chiesa parrocchiale dedicata a san Lorenzo, seicentesca, è ricca di vicoli ben tenuti. Inoltrandosi a monte del paese, oltre la chiesa si diparte un sentiero che dopo aver oltrepassato il torrente continua fino a Cheggio (ne percorro giusto un tratto ma un inizio di acquazzone non invoglia a proseguire). 

Antronapiana: interno di una cappelletta affrescata
Antronapiana: interno di una cappelletta affrescata

3) Giro del lago di Antrona. 

Lasciata Antronapiana ci si dirige in auto verso il lago di Antrona, raggiungibile in una manciata di minuti. Il lago di Antrona, formatosi in seguito ad una frana che praticamente distrusse l'antico paese, con il suo sentiero circolare, può rappresentare una piacevolissima passeggiata per chi non ama i percorsi dai grandi dislivelli. L'intero tracciato misura all'incirca 5 km ed è percorribile in 45 minuti; i motivi d'interessi sono diversi a cominciare dalla meravigliosa e rigogliosa natura che accoglie fin da subito l'escursionista. 

Il sentiero parte di fianco alla strada, sbarrata, che sale al lago di Campliccioli, poco oltre lo spiazzo con l'agriturismo e si mantiene praticamente sempre in piano tranne il tratto che sale ad attraversare la cascata che fin dall'inizio della passeggiata si vede riflettere nelle acque cristalline del lago. Sul percorso si trovano alcuni tavoli per fare picnic, alcune suggestive cascine all'alpe Piascel oltre ai ruderi delle infrastrutture utilizzate per i lavori di costruzione della diga del lago di Campliccioli (il bivio per l'itinerario si stacca, sulla sinistra, dopo una decina di minuti di cammino). Un'altra grande attrazione sono le cascate: una prima, formata da due salti, si attraversa tramite un ponticello. L'altra, bella di suo è di estremo interesse perché il sentiero passa proprio sotto il suo salto.

La cascata sul lago di Antrona, sotto cui passa il sentiero circolare
La cascata sul lago di Antrona, sotto cui passa il sentiero circolare

Giunti nei pressi della sua base infatti il percorso si porta più a monte e dopo una scala si mantiene piano sotto la roccia da cui scende il flusso d'acqua. Sul versante opposto della montagna si possono osservare altre 3 cascate che scendono verso il lago. 

 

 

 

4) Rovesca frazione di Antrona Scleranco. 

Dopo aver dedicato un po' di tempo ad ammirare e fotografare alcune delle belle cascate presenti in valle Antrona si riprende l'auto per tornare a valle con alcune soste dedicate alla visita di alcuni dei borghi caratteristici sparsi nel territorio.

Rovesca è stata davvero una splendida e piacevole sorpresa; non la conoscevo e ci siamo arrivati dopo averla vista sulla cartina (Geo4 Map, utilissima nelle esplorazioni, chi fosse interessato la può acquistare seguendo il link)

Per raggiungerla bisogna prendere la strada poco più a valle di Antronapiana (il cartello è visibile salendo, in discesa non è indicata), una volta svoltati ci si arriva in un attimo. Il paese è interamente pedonale, l'auto si lascia nel parcheggio esterno e fin da subito "promette bene".

Rovesca, abitazione privata e parrocchiale
Rovesca, abitazione privata e campanile della chiesa parrocchiale

 

Le abitazioni e la struttura del paese mi ricordano un po' la valle Bavona, in particolar modo Foroglio, anche perché il paese è davvero ben tenuto e arricchito da fiori un po' dappertutto. Tra le meraviglie di Rovesca la chiesa parrocchiale dedicata a san Gottardo con la bellissima facciata completamente affrescata dove spicca un monumentale san Cristoforo

Trovarsela davanti dopo aver girovagato peri vicoletti ben tenuti è una sorpresa mica da poco.

Gli abitanti, oltre ad aver cura del loro paese sono anche molto gentili e disponibili a parlare, una signora ci ricorda della presenza delle truppe tedesche, era una bimba di 10 anni a quei tempi. Accanto a momenti tragici le è rimasta impressa indelebilmente anche un'esperienza andata a finire bene: un soldato che dopo mesi di occupazione aveva imparato a conoscere i locali aveva scoperto il nascondiglio del padre, ricercato dalle truppe tedesce, ma non lo rivelò commosso dai pianti di quella bimba di 10 anni e della sorellina.

5) Ruginenta frazione di Viganella.

Prima di arrivare a Rivera, altra frazione di Viganella (sempre considerando che stiamo ridiscendendo in auto la valle), superata la frazione di Prato, si trova Ruginenta, in parte abbandonata e con l'oratorio dedicato a san Antonio da Padova. Il piccolo agglomerato si trova dall'altra parte del fiume (sulla sinistra considerando la strada che stiamo percorrendo): ci si può arrivare prendendo una stradina che si dirama da Prato ma è più suggestivo percorrere il breve sentiero che, una volta attraversati un paio di ponticelli sale verso le abitazioni.

Non ne ho ancora parlato ma i paesi che stiamo visitando s'incontrano percorrendo l'antica strada Antronesca itinerario storico che partendo da Villadossola  risale tutta la valle fino ad arrivare al Passo Sass confine con la Svizzera; a Ruginenta e nelle altre località toccate dal percorso, importante via di comunicazione tra Ossola e vallese, sono state posizionati numerosi pannelli che descrivono i principali punti d'interesse che via via s'incontrano.

Ruginenta, chiesa parrocchiale
Ruginenta, chiesa parrocchiale

6) Viganella fa parte del Comune di Borgomezzavalle.

Una volta ritornati in auto e oltrepassata la cascata fotografata al mattino si trova il bivio, sulla sinistra, per Viganella.

Viganella è un bellissimo paese di montagna, dalla storia antica, diventato  famoso a livello nazionale per un progetto realizzato una decina di anni or sono: uno specchio solare che illumina la piazza centrale del paese nei 3 mesi invernali in cui la luce non riesce a raggiungere il borgo. Grande 40 metri quadri è un vero vanto per la Comunità (sul sito di Repubblica vi è un bel video che illustra l'opera) anche se non mancano voci di dissenso e richiama turisti e curiosi per la singolarità del progetto; di discreta grandezza e di notevole fascino il paese vive profondamente i problemi dei villaggi montani, abbandono della popolazione e scarsità di fondi anche per servizi fondamentali.  

Scorcio con le case di Viganella
Viganella, scorcio delle case 

Nel centro storico si possono osservare numerose case dal notevole interesse architettonico, (spicca Casa Vanni, dove recentemente si è tenuta l'inaugurazione della stagione 2019 di Musica in Quota), l'antico forno, affreschi a carattere religioso, cappellete, fontane in sasso; nel retro del paese sono molto interessanti gli antichi terrazzamenti per la coltivazione della vite. Alcuni sono stati recuperati con la coltivazione di Pinot Nero, è il progetto Vigne di Pietra nato dalla passione per il vino di un architetto di San Vittore Olona (vicino a Legnano) che dedicando il tempo libero all'attività produce ogni anno un migliaio di bottiglie.

Borghi e cascate in valle Antrona non sono ovviamente tutti qui, gli stessi dintorni di Viganella sono ricchi di frazioni e luoghi di notevole interesse: non distante c'è ad esempio una Comunità Buddista e la valle era un tempo importante per le cave e la lavorazione del ferro... Ci sarà senz'altro modo di riparlarne, Il tempo di una giornata però è finito e devo rientrare.

 

 

 

  • Per altre bellissime escursioni sul Verbano e nelle sue splendide valli puoi seguire questo Link
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito! 

Informazioni aggiuntive

Letto 2321 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Giugno 2019 12:49

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
3
Data : 2019-08-03
15
Data : 2019-08-15
16
Data : 2019-08-16
17
Data : 2019-08-17
18
Data : 2019-08-18
23
Data : 2019-08-23
24
Data : 2019-08-24
25
Data : 2019-08-25

Vi consigliamo...

Più popolari