Saturday 14 December 2019
Wednesday, 11 September 2019 15:21

Alla scoperta dell'Alpe Devero

Rate this item
(6 votes)
La piana di Devero La piana di Devero Mario Parietti

Alla scoperta dell'alpe Devero: le principali cose da sapere per chi volesse approfondirne la conoscenza

Escursioni, passeggiate, informazioni e piccolo vademecum per scoprire una delle mete più belle e frequentate della val d'Ossola.

Come arrivare: link alla mappa Google

 

Come arrivare all'alpe Devero

Per raggiungere l'alpe Devero bisogna prendere la SS del Sempione e pochi chilometri dopo Domodossola prendere l'apposita uscita (Devero e valle Formazza) raggiungendo Crodo e successivamente Baceno dove, in centro paese, si continua verso sinistra (a Baceno c'è la bellissima chiesa, dedicata a san Gaudenzio,  ricca di affreschi, la sosta è molto consigliata).

La strada attraversa la piccola frazione di Croveo ed arriva alle porte di Goglio dove si continua prendendo la deviazione verso destra che conduce al parcheggio a pagamento (al momento 6,00 € per l'intera giornata).

Sulle strada, presso una curva, c'è anche una bella cascata sempre abbondantemente fotografata soprattutto quando le piogge sono state abbondanti o è epoca di disgelo. Denominata cascata dell'Inferno è molto interessante anche in inverno quando è in buona parte ghiacciata.

Cascata a Devero

La bella cascata che s'incontra salendo in auto all'alpe Devero 

A seconda dell'afflusso di automobili sarà possibile raggiungere i parcheggi più in alto o lasciare il proprio mezzo lungo la strada. Nel secondo caso, volendo evitare l'asfalto, è possibile utilizzare dei sentieri.

Durante il periodo invernale, in caso di nevicate abbondanti, è possibile che la strada Goglio Devero non sia percorribile (in particolar modo per pericolo valanghe).

La strada che sale alle porte di Devero è accessibile a tutti solo da alcuni anni, precedentemente era utilizzata dall'Enel ed era vietata al traffico; la salita poteva avvenire con la funivia che partiva dalla frazione di Goglio o tramite sentiero che è ancora oggi percorribile (io ci sono salito recentemente e descrivo qui l'escursione, Goglio Devero).

L'alpe Devero non è accessibile alle automobili (al di là di mezzi di servizio per le attività economiche) ed è un piccolo paradiso per chi ama la natura e passeggiare in tranquillità. L'offerta è davvero per tutti i gusti ed accontenta coloro che preferiscono brevi camminate in piano ma anche alpinisti esperti ed amanti di escursioni impegnative. Basta raggiungere la località ai Ponti (dove c'è il torrente) per farsi da subito un'idea delle meraviglie che ci aspettano: di fronte la piana, a contorno le cime a far da corona a cominciare dalla Rossa e dal Cervandone (che da il nome al vecchio albergo da anni abbandonato e recentemente interessato da un'incendio).

Non sottovalutate la possibilità di un pernottamento all'alpe Devero, esistono numerose possibilità ed alternative e la possibilità di ammirare un cielo stellato o un'alba sono esperienze impagabili.

Alba invernale all'alpe Devero
Alba invernale all'alpe Devero

 

Escursioni all'alpe Devero

La natura incontaminata, gli spazi aperti, i numerosi laghi, torrenti e cascate fanno del Devero un paradiso per chi ama camminare; suggerisco alcune possibilità

Una delle mete più celebri e frequentate è sicuramente Crampiolo raggiungibile sia in estate che in inverno: un pugno di baite tutte ristrutturate sulle sponde del torrente con diverse possibilità per una sosta ristoratrice. I sentieri sono 3 (percorribili in circa mezz'ora, il dislivello è sicuramente alla portata di tutti) e ben segnalati. Il primo si prende dalla località ai Ponti svoltando a destra prima della locanda Fattorini.

Il secondo è poco più avanti (dirigendosi lungo la piana) e non è percorribile durante la stagione invernale. Il terzo sale a Crampiolo in fondo alla piana.

Crampiolo, sullo sfondo la chiesetta
Crampiolo, sullo sfondo la chiesetta: dall'alpe Devero si raggiunge con una passeggiata di circa mezz'ora

 

Il consiglio è salire dal primo e scendere dal terzo che sono decisamente i più suggestivi in modo da poter fare un bell'anello salendo magari da Crampiolo a Codelago o lago di Devero, il grande invaso sbarrato da dighe per la produzione di energia elettrica. A pochi minuti da Crampiolo c'è anche il lago delle Streghe altra meta molto celebre; il giro completo, senza le soste necessita circa un'ora e trenta minuti.

Un'altra passeggiata molto bella, un pochino più impegnativa, è la salita ai Piani della Rossa: è un'escursione che ho descritto recentemente (la trovate seguendo questo link) e può rappresentare un punto di partenza per escursionisti esperti che possono salire al passo della Rossa per ridiscendere dal passo di Crampiolo

Una delle critiche che si fanno al Devero è quella della massiccia presenza di persone in particolar modo nelle domeniche estive: è sicuramente vero ma basta arrivare un po' sul presto la mattina ed affrontare un'escursione al di fuori delle mete più classiche per evitare il problema.

Una passeggiata più impegnativa (oltre 20 km per 1000 metri di dislivello abbondanti) è l'escursione alla Scatta Minoia (con partenza sempre da Devero); le varianti di percorso sono diverse (seguendo il link trovate la mia versione) ma danno un notevole spaccato dell'ambiente del parco regionale Veglia Devero con il passaggio per due laghi (Devero e Piamboglio), diversi alpeggi, ambienti umidi, tantissime marmotte e la meta che è il punto di passaggio con la valle Formazza (scendendo si raggiungono prima il lago Sruer e poi il lago Vannino con il rifugio Margaroli).

Panorama salendo alla Scatta Minoia
Panorama salendo alla Scatta Minoia

 

Rimanendo nel Grande Est del Devero c'è davvero modo di sbizzarrirsi con anelli di notevole bellezza; una meta molto suggestiva sono i laghi di Sangiatto (la deviazione si trova sul primo sentiero per Crampiolo).

Tempo fa feci Devero – Corte d'Ardui – Lago Sangiatto Inferiore – Alpe della Valle per poi ridiscendere al lago di Devero – Crampiolo ed infine Devero (è una passeggiata che non ho però mai descritto sul sito, vi rimando alla cartina che linko alla fine dell'articolo).

Lago di Sangiatto superiore autunnale
Lago di Sangiatto superiore autunnale

Ho riportato invece una interessante escursione autunnale all'alpe Poiala passando per i laghi di Sangiatto (Qui trovate la descrizione dettagliata) ed una ciaspolata Devero, Corte d'Ardui, lago di Sangiatto Inferiore e rientro da Crampiolo (La trovate qui)

Le tracce nella neve per l'alpe di Sangiatto

Le tracce nella neve per l'alpe di Sangiatto: l'alpe Devero d'inverno , quando la coltre bianca copre tutto è meraviglioso

 

Se arrivati a Devero costeggiate il torrente e superate gli impianti sciistici raggiungete la località Piedimonte che offre altre interessanti possibilità per ottime escursioni; tra le più facili vi è la passeggiata per il lago Nero; proseguendo si raggiunge l'alpe Buscagna che offre numerose alternative. Una è il monte Cazzola (descrizione seguendo il link) da cui si ridiscende a Devero con un giro ad anello.

Lago Nero all'alpe Devero
Lago Nero all'alpe Devero

Continuando a percorrere la valle, seguendo il rio Buscagna si raggiunge la Scatta d'Orogna da cui si accede all'alpe Veglia: la Veglia – Devero è tra le escursioni più celebrate della zona è piuttosto lunga, occorre organizzarsi con una seconda auto oppure servirsi di navette predisposte nel periodo estivo. 

Un'altra alternativa, tra le numerose, è prendere la deviazione all'alpe Buscagna per il bivacco Combi e Lanza ed il passo di Cornera.

Il Devero per bambini e famiglie

A buon diritto l'alpe Devero è luogo frequentatissimo da famiglie con bambini che trovano nella piana e a Crampiolo e dintorni tutto ciò di cui sono alla ricerca: fantastici panorami, brevi camminate sicure e ben segnalate, luoghi dove rilassarsi, corsi d'acqua e laghi per fare un bagno estivo, un pic nic o un bagno. L'offerta è completata da numerose attività economiche dove si possono acquistare e consumare prodotti del territorio a chilometro 0.

4 stagioni all'alpe Devero

Andare al Devero è bello tutto l'anno: se le fioriture tardo primaverili ed estive, il foliage autunale dei numerosi larici rendono il paesaggio indimenticabile nella bella stagione, la meraviglia continua anche d'inverno con la possibilità di sfruttare le piste da discesa aperte nei fine settimana, fare sci di fondo, sci alpinismo e ciaspolare.

Andare al Devero è bello tutto l'anno: se le fioriture tardo primaverili ed estive, il foliage autunale dei numerosi larici rendono il paesaggio indimenticabile nella bella stagione, la meraviglia continua anche d'inverno con la possibilità di sfruttare le piste da discesa aperte nei fine settimana, fare sci di fondo, sci alpinismo e ciaspolare.

Fioriture attorno alla chiesetta di Devero
Fioriture attorno alla chiesetta di Devero

Feste e divertimento

Tra gli appuntamenti per fare festa e divertirsi all'alpe Devero la festa alpina a cavallo di Ferragosto e la festa dello Scarghee a Crampiolo in occasione del rientro delle mandrie dagli alpeggi. 

Per orientarsi e organizzare le proprie passeggiate al Devero ecco il link per la carta Kompass

 

 

Chi volesse visitare l'alpe Devero in inverno può acquistare la cartina Geo4map con i percorsi di scialpinismo e ciaspole; il territorio preso in considerazione comprende alpe Devero, Binntal,  Baceno e san Domenico

Percorsi invernali alpe Devero, baceno, Binntal e san Domenico

 

  • L'articolo di presentazione dedicato all'alpe Devero è solo una fra le centinaia realizzati per il sito, per altri bellissimi articoli sul Verbano e nelle sue splendide valli puoi seguire questo Link
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito! 

Articolo scritto da Mario Parietti fotografo professionista di Luino provincia di Varese e responsabile del sito lago Maggiore e Dintorni. Archivio fotografico di migliaia di immagini sul lago Maggiore, provincia di Varese, canton Ticino, provincia di Verbania e provincia di Novara.

 

Additional Info

  • Parcheggio: A PAgamento, 6 € tuttoil giorno
  • VALLE/ZONA: Alpe Dvero, parco regionale Veglia Devero
Read 1168 times Last modified on Thursday, 17 October 2019 16:38
More in this category: « La valle Cannobina

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
2
3
4
5

Vi consigliamo...

Più popolari