Wednesday 28 October 2020
Friday, 30 May 2014 00:00

Ciaspolata Riale - Rifugio M. Luisa

Rate this item
(5 votes)
Verso il rifugio Maria Luisa Verso il rifugio Maria Luisa Mario Parietti

Bellissima passeggiata invernale in Val Formazza.

Siamo a Riale, Piemonte, in alta Val Formazza. Parcheggi gratuiti in paese e poco prima della fine della strada.

Per arrivare a Riale bisogna percorrere la SS del Sempione in direzione confine di stato. Bisogna prendere l'uscita per Crodo, a pochi pochi chilometri oltre Domodossola, e risalire la valle. Superate Baceno e Premia si entra in Val Formazza e si prosegue sempre dritti fino a giungere a Riale.

Ciaspolata Riale (1728 m s.l.m.) - Rifugio Maria Luisa (2157 m s.l.m.).

Ero stato da queste parti per fotografare la Cascata de Toce, ovviamente presente sul sito con la sua apposita scheda; se la gita di allora si era limitata alla visita del paesino e della cascata a Frua e Sottofrua, con una discreta dose di invidia per “le formichine” che salivano verso Passo San Giacomo, questa volta ho preso le racchette da neve e sono salito verso il Rifugio Maria Luisa. A scanso di equivoci non sono un ciaspolatore provetto: la mia esperienza è limitata e di breve periodo.

L'intento è quello solito del sito: fornire soprattutto “suggestioni fotografiche” assieme a qualche consiglio di “prima mano” utile, soprattutto, a chi si avvicina a questo bellissimo modo di gustare la montagna per le prime volte. In questo senso, se l'itinerario Riale – Rifugio Maria Luisa è considerato abbastanza elementare, va detto che va fatto con una discreta preparazione fisica e attrezzatura adeguata.

Il dislivello non è sicuramente eccessivo (429 m) ma i problemi principali possono essere soprattutto due (tenendo conto anche delle considerazioni di diversi escursionisti che ho incontrato ed hanno rinunciato all'ascesa). Per prima cosa non esiste un percorso segnato e la via è realizzata dagli escursionisti passati precedentemente oltre che dalle motoslitte: se non si presta attenzione è facile seguire delle tracce poco adatte al proprio passo o un pochino più difficoltose.

In secondo luogo, giunti in quota e superati i tornanti della vecchia strada, l'aria è gelida e fonte di discreti problemi se non si è ben coperti e attrezzati. Per i racchettatori provetti il rifugio può essere considerata una tappa di avvicinamento al Passo san Giacomo ed al confine (e questo itinerario era, fin dal medioevo, un'importante via di comunicazione tra Italia e Svizzera, ed avremo sicuramente il modo di riparlarne).

  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle ciaspolate ci sono spiagge, punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!

Additional Info

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 3 ore tra andata e ritorno
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Facile
  • VALLE/LUOGO: Val Formazza
  • LUOGO DI PARTENZA: Riale
  • PARCHEGGIO: Facile e gratuito
  • DISLIVELLO: 429 mt.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Inverno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Cartello all'inizio del percorso
  • CANI: Nessun problema segnalato, attenzione agli sciatori nella piana
  • INTERESSE: panoramiconaturalistico
Read 7990 times Last modified on Tuesday, 19 February 2019 11:07

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun

Vi consigliamo...

Più popolari