Monday 3 August 2020
Monday, 13 June 2016 00:00

Anello del Piottino

Rate this item
(9 votes)
Le bellissime gole del Piottino Le bellissime gole del Piottino Mario Parietti

Bellissima passeggiata ad anello, breve, adatta a tutti e dalla grandissima valenza storica e naturalistica.

Siamo a Rodi Fiesso in valle Leventina; ampio parcheggio gratuito all'inizio della passeggiata.

Come arrivare: il Dazio Grande si trova a monte di Faido sulla strada per il Gottardo, subito dopo la galleria (che passa proprio di fianco alle gole).

Dazio Grande (945 m s.l.m.) - Ponte di Mezzo (869 m s.l.m.) - Dazio Grande (945 m s.l.m.)


Le valli a nord di Biasca, Leventina, Riviera, Blenio, con le loro laterali, oltre a regalare paesaggi straordinari ed infinite possibilità di escursioni in ogni periodo dell'anno, sono uno scrigno di testimonianze storiche ed artistiche dal valore unico: chiese, torri, castelli, fortificazioni, ma anche antiche strade e tracce di attività che si sono svolte nel corso dei secoli per poi essere abbandonate, sono numerosissime e meritevoli di visita.

L'itinerario di oggi è in valle Leventina, parte dal Dazio Grande e, dopo aver percorso un antico tracciato che permetteva di bypassare le gole del Piottino (strozzatura naturale che ha rappresentato a lungo un ostacolo invalicabile per le comunicazioni dirette a nord verso il san Gottardo), torna verso il punto di partenza proprio attraverso le suggestive ed impressionanti gole; il dislivello è limitato ed il tempo di percorrenza circa un'ora e mezza.

Il primo punto d'interesse storico dell'itinerario è proprio alla partenza: il Dazio Grande, imponente edificio costruito nel 1561 ed ampliato tra il 1830 ed il 1840. Le sue funzioni, nei circa 3 secoli di attività erano molteplici: da dogana e punto di raccolta di dazi, a locanda, a luogo di sosta e riposo, cambio di cavalli e rifugio per la notte. Oggi, dopo il restauro, l'edificio è tornato a funzionare come locanda (si mangia, si beve si può sostare per la notte e si tengono meeting) e come museo (ricavato nelle vecchie scuderie, sezione distaccata del Museo Etnografico della Leventina, racconta la storia dell'antica Via delle Genti fino ai giorni nostri: dall'antica mulattiera al modernissimo Alp Transit appena inaugurato, è la narrazione di come si sia evoluta la comunicazione sulla direttiva del Gottardo).

Descrizione dell'itinerario ad anello delle Gole del Piottino.

Lasciata l'auto nell'ampio parcheggio gratuito, posto a fianco proprio dell'edificio del Dazio Grande, si procede per qualche metro sulla stradina asfaltata che diventa ben presto sentiero, a fianco del torrente e porta ai resti dell'antica cava di quarzo; un pannello verde (l'itinerario è anche un interessante percorso didattico) ce ne racconta la storia, iniziata al principio del '900. Proseguendo in salita, nel bosco, si arriva ai ruderi del Dazio Vecchio costruito in epoca Medioevale quando venne realizzata la nuova strada che consentiva di superare lo sbarramento rappresentato dalle gole del Piottino;

Cartello al dazio Vecchio
Dazio Vecchio, un cartello ricorda l'ammontare dei dazi

è la strada che stiamo percorrendo e di cui si conservano ancora oggi delle importanti tracce nella parte che discende più a valle denominata “strada romana” (nonostante il nome venne costruita dai milanesi nel 1350). Senza faticare troppo si arriva all'imbocco delle gole: un primo ponte detto “Ponte di mezzo” consente di superare il fiume Ticino per poi proseguire il percorso di grande suggestione all'interno delle gole.

Le gole del Piottino in val Leventina
Gole del Piottino
Le gole del Piottino in val Leventina
Le gole del Piottino in val Leventina, l'ultimo tratto con il ponte che supera il Ticino e riporta al Dazio Grande

La via odierna, messa in sicurezza e allargata in diverse occasioni nel corso dei secoli, ricalca il primo sentiero che permise il superamento di questo passaggio creato dal fiume Ticino nel suo scorrere a valle verso il lago Maggiore: la “strada Urana” realizzata nel 1555 e dismessa solo nel 1934 con la costruzione della galleria ancora oggi utilizzata per il traffico automobilistico. L'odierna “strada Urana” si percorre in breve tempo, fatte salve, ovviamente, le soste per ammirare il paesaggio con le dovute fotografie e si conclude con un ponte che riattraversa il Ticino e ci riporta alla fine del tunnel automobilistico e subito dopo al parcheggio del Dazio Grande. Il consiglio è davvero quello di non lasciarvi scappare quest'itinerario sia per la sua bellezza paesaggistica sia per le molteplici suggestioni storiche che permette di rivivere.

  • Il giro ad anello appena descritto è solo una delle numerose passeggiate presenti sul sito, fatta e fotografata appositamente per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prelpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!      

Additional Info

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 1 ora 30 min. ca. comprese soste per foto
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Adatto a tutti
  • VALLE/LUOGO: Valle Leventina
  • LUOGO DI PARTENZA: Dazio Grande Rodi Fiesso
  • PARCHEGGIO: Facile e gratuito
  • DISLIVELLO: 100 mt.
  • LUNGHEZZA: 5 Km Ca.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, Estate, Autunno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Nessun problema segnalato
  • INTERESSE: panoramicoculturalestoriconaturalisticodidattico
Read 6975 times Last modified on Saturday, 10 February 2018 10:48

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6

Vi consigliamo...

Più popolari