Martedì 11 Dicembre 2018
Martedì, 30 Gennaio 2018 00:00

Ciaspolata a Deccia

Vota questo articolo
(8 Voti)
Deccia Inferiore in valle Antigorio Deccia Inferiore in valle Antigorio Mario Parietti

Bellissima ciaspolata in valle Antigorio com meta Deccia sulle pendici del monte Cistella.

Siamo a Cravegna, frazione di Crodo; l'inizio dell'itinerario con le ciaspole avviene dal parcheggio davanti alla strada agropastorale che sale a Deccia poco dopo il ponte sul rio Alfenza.

Come arrivare: Cravegna è una frazione di Crodo, per raggiungerla si percorre la Strada Statale del Sempione; a monte di Domodossola, si prende l'apposita uscita per Crodo, Formazza e Devero. A Crodo si prende la deviazione (sulla sinistra) per il centro del paese e poche centinaia di metri dopo quella per Viceno, Mozzio e Cravegna (sempre verso sinistra). Si sale per alcuni chilometri attraversando le varie frazioni; a Viceno si continua dritti per Cravegna incontrando presto, dopo il ponte sul rio Alfenza, il parcheggio proprio di fronte alla strada per Deccia.

Ciaspolata in valle Antigorio effettuata Domenica 28 Gennaio 2018

Cravegna bivio per Deccia (880 m s.l.m.) - Alpe Paù (1280 m s.l.m.) - Deccia Inferiore (1694 m s.l.m.) - Deccia cappelletta (1706 m s.l.m.).

A Giugno 2017 avevo fatto un giro ad anello partendo da Cravegna (trovate a questo link dell'escursione ad anello per Deccia), l'itinerario era nato un po' per caso seguendo le indicazioni e la cartina; cercando le informazioni per completare l'articolo avevo scoperto che il bellissimo alpeggio alle pendici del monte Cistella è meta invernale molto conosciuta e frequentata, così, giunta la stagione appropriata, ho voluto verificare direttamente il percorso ed ammirare Deccia ricoperta dalla neve.

Fatte salve le normali eccezioni che derivano dalle condizioni meteo della giornata in cui si effettua l'itinerario con le racchette da neve (o con gli sci, visto che Deccia è meta frequentata anche da scialpinisti) il percorso non presenta particolari difficoltà, è normalmente battuto e soprattutto, risulta sicuro nelle giornate che presentano marcato pericolo di caduta valanghe.

 

La lunghezza, utilizzando in parte il percorso estivo nel bosco che taglia la strada, è attorno gli 11 km (tra andata e ritorno), il dislivello circa 800 m. Altro elemento da tenere in considerazione, in particolar modo se effettuate la gita con bambini o amici a 4 zampe, è la presenza di numerose motoslitte e sciatori nei tratti in cui si segue la strada.

In condizioni di normale innevamento si possono indossare le ciaspole subito, una volta raggiunta la strada dove si trova anche il cartello con l'indicazione Deccia 1 ora e 30 minuti (ottimista soprattutto in inverno quando la neve rallenta il passo).

Il percorso sale in maniera graduale senza grandi pendenze, con diverse possibilità di “tagli” nel bosco che è facile trovare anch'essi battuti essendo il tragitto molto noto. La parte più bella ed incantata la si percorre prendendo la deviazione che passa per l'alpe Paù: dopo un 'ora abbondante di cammino si trovano i cartelli in legno, con la deviazione per l'alpe Voma (li trovate in foto nella gallery) e subito dopo il segnale con l'indicazione mulattiera per Deccia. Con pendenze leggermente superiori ma mai troppo elevate si passa per le baite ben tenute all'alpe Paù attraversando, poco a monte di questa, la strada per poi continuare nel bosco fino a sbucare alle porte di Deccia Inferiore.

Alpe Paù in bianco e nero con la neve
Le baite all'alpe Paù

 

Deccia è un'incanto d'inverno come d'estate e val la pena fare qualche sforzo supplementare per portarsi un po' più a monte verso Deccia Superiore per avere la possibilità di ammirare ancora meglio il panorama sul corno del Cistella da una parte e la valle Antigorio dall'altra.

Deccia in inverno
Deccia e corno Cistella

Per il ritorno il percorso è il medesimo fatto all'andata aldilà di una breve deviazione per il belvedere Parigia dove ho il piacere di conoscere Greta & Paolo: sono lettori del sito e riconoscono Ambra, così ci mettiamo a parlare delle rispettive esperienze.

Ambra gioca nella neve fresca di Deccia
Ambra gioca nella neve fresca di Deccia

La giornata d'altra parte è stata occasione anche di un altro piacevole incontro perchè proprio all'inizio dell'escursione, mentre indosso le ciaspole, ritrovo Ambro che avevo avuto occasione di conoscere durante la gita in valle Strona da Campello Monti al lago Capezzone.

Tempo totale della gita, andata, ritorno e soste comprese 6 ore abbondanti.

 

  • Se camminare con le racchette da neve è pratica di moda e sempre più diffusa, la coltre bianca regala al paesaggio atmosfere spesso fantastiche che sono bellissime da fotografare: sul sito un'apposita sezione è dedicata proprio alle escursioni con le ciaspole (Link).
  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni, ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanità, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!  
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

 

 

 

 

Letto 1714 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Febbraio 2018 09:24

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
Data : 2018-12-02
7
Data : 2018-12-07
8
Data : 2018-12-08
9
Data : 2018-12-09
15
Data : 2018-12-15
16
Data : 2018-12-16
22
Data : 2018-12-22
23
Data : 2018-12-23
31
Data : 2018-12-31

Vi consigliamo...

Più popolari