Domenica 26 Maggio 2019
Lunedì, 12 Giugno 2017 00:00

La valle Cannobina

Vota questo articolo
(8 Voti)
Crealla valle Cannobina Crealla valle Cannobina Mario Parietti

Alla scoperta della valle Cannobina, un territorio importante che si estende dal lago Maggiore alla valle Vigezzo.

Come arrivare: la valle è percorsa da un'unica strada carrozzabile che partendo da Cannobio la risale fino ad arrivare a Malesco in valle Vigezzo. Dal percorso principale si diramano alcune altre strade che raggiungono i principali centri abitati.

LE VALLI DEL LAGO MAGGIORE: VALLE CANNOBINA

Informazioni principali, i paesi, sagre e feste, le più belle escursioni

La valle Cannobina è una delle valli che hanno sempre avuto con il lago Maggiore un rapporto costante ed imprescindibile; i motivi sono ovviamente geografici con la valle che parte direttamente dal Verbano, a Cannobio, da cui prende il nome, per arrivare a Finero, valle Vigezzo, l'ossolana “valle dei Pittori”.

Per conoscerla ed apprezzarla in profondità il modo migliore è certamente quello di percorrerne i sentieri, davvero numerosi ed abbastanza ben segnalati, presenti ovunque in maniera capillare. E' infatti difficile rendersi conto di quante meraviglie possa offrire limitandosi a risalirla in automobile con la Provinciale 75, l'unica via di comunicazione che l'attraversa, strada peraltro piuttosto mal messa e piuttosto stretta. Gli escursionisti possono sbizzarrirsi tra percorsi che raggiungono le sue cime più importanti come monte Zeda, Monte Limidario, Cimone di Cortechiuso, Rocce del Gridone (tutte oltre i 2000 m), monte Piota, monte Zuccaro, La Cima, Torrione, monte Torrigia (tutte oltre i 1500 m) o percorrerne gli antichi sentieri di collegamento tra i vari centri dei due versanti della valle. Molto interessante sia dal punto di vista storico che escursionistico la Strada Borromea l'antica mulattiera che percorse San Carlo Borromeo in occasione della visita pastorale del 1574.

Panorama salendo al monte Zeda
Il panorama salendo al monte Zeda, una delle cime simbolo della valle Cannobina

Chi non è particolarmente propenso a camminare può comunque assaporarne alcune bellezze e particolarità visitando ad esempio i suoi borghi più belli:

i paesi il cui territorio è interamente compreso nella valle sono: Cannobio, Cavaglio Spoccia, Cursolo Orasso e Gurro, tutti meritevoli di una visita così come diverse frazioni. Imperdibile Crealla solo da pochi anni collegata al resto della valle con una carrozzabile.

La porta principale d'accesso alla valle Cannobina è Cannobio sicuramente uno dei più belli e importanti paesi del lago Maggiore; si può iniziare proprio da qui con l'itinerario che permette di visitarne i monumenti, le chiese ed i luoghi principali (percorso cittadino alla scoperta del bellissimo borgo sul lago Maggiore). La domenica si tiene il mercato settimanale caratteristico e con le bancarelle sul lago ma anche storicamente legato alla valle con i produttori della valle che poteva vendere i propri prodotti.

In valle, raggiungibile anche a piedi o in bicicletta direttamente da Cannobio è davvero interessante l'orrido di sant'Anna: la profonda spaccatura nella roccia creata dal torrente Cannobino nella sua discesa verso il lago Maggiore. Meta degli amanti degli sport fluviali (vi si praticano anche immersioni) è comunque anche un posto bellissimo immerso nella natura, adatto anche a famiglie con bambini, dove fare il bagno e prendere il sole. Caratteristica la chiesetta, a picco sulle rocce e l'antico ponte dell'Avostana, in sasso d'origine Medioevale (il secondo ponte, molto più recente è stato costruito nel 1855).

Poco prima di arrivare all'orrido, a Traffiume, presso la cappella di Coss si può ripercorrere il cammino di san Carlo, ne parlavo all'inizio, tocca i paesi principali della valle Cannobina e consente di scoprire angoli suggestivi, paesaggi, panorami e tradizioni di un territorio affascinante (sul percorso sono posizionati numerosi pannelli documentativi). Il percorso è adatto ad escursionisti mediamente allenati ma vi è la possibilità di spezzettarlo in più parti.

Partendo dai confini esterni della valle sempre in zona Cannobio ho descritto sul sito tre bellissimi itinerari che partono rispettivamente da sant'Agata e san Bartolomeo (due frazioni collinari con bellissimi balconi panoramici sul lago Maggiore): Sant'Agata monte Giove, sant'Agata monte Faierone e san Bartolomeo l'Agher. Tutte e tre le escursioni possono essere allungate per raggiungere la cima del Limidario.

Lago Maggiore e Cannobio
Panorama con il lago Maggiore e Cannobio salendo al monte Faierone

Se la valle Cannobina, per la sua conformazione particolare, si lascia scoprire nelle sue sfumature ed in profondità soprattutto a piedi è comunque in grado di svelarsi nella sua bellezza anche a chi si muove in automobile, moto e bicicletta: i paesi principali, dopo la costruzione della strada asfaltata da Falmenta a Crealla sono tutti raggiungibili con questi mezzi. Sono antichi borghi contadini che hanno visto ridursi la popolazione negli ultimi decenni, capaci tuttavia di offrire moltissimo a tutte le anime curiose che al traffico e allo shopping preferiscono, natura, tranquillità, tracce di costume, storia, religione: fermatevi a parlare e chiedete informazioni alla gente che è rimasta, è cordiale e felice di raccontare la propria valle.

Per far conoscere la Cannobina ed aiutare il turista sono stati posizionati un po' ovunque pannelli con i principali sentieri e punti d'interesse dei due versanti: quello dello Zeda e quello del Limidario; non mancano, tradotti anche in inglese e tedesco opuscoli informativi sui principali centri e frazioni meritevoli di visita.

panorama salendo al monte Limidario
La valle cannobina è bella tutte le stagioni dell'anno. nella foto panorama invernale salendo al monte Limidario

Immancabile per tutti coloro che vogliano approfondire la storia e la vita della valle Cannobina la visita al museo etnografico di Gurro che “raccoglie i costumi e le tradizioni della valle dagli abiti ai pizzi, dai giocattoli al vasellame, dagli attrezzi per la lavorazione della lana a quelli per fare il burro.”(citando un paio di righe dall'opuscolo del museo).

La valle Cannobina e le sue genti furono protagoniste importanti di pagine drammatiche della storia del Novecento con la lotta Partigiana contro i nazifascisti nel corso della Seconda Guerra Mondiale: percorrere le strade ed i sentieri della valle Cannobina consente anche di rivivere e ricordare importanti pagine di storia. Targhe, cippi, monumenti a ricordo di episodi o persone che persero la vita in quegli avvenimenti s'incontrano numerose.

Seguendo il TAG valle Cannobina è possibile trovare numerose altre informazioni, articoli ed escursioni presenti sul sito. Tra gli eventi mi piace ricordare la via dei presepi a Crealla con istallazioni posizionate in ogni angolo del paese.

  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle valli ed escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

Letto 4751 volte Ultima modifica il Sabato, 23 Marzo 2019 11:04

Galleria immagini

Altro in questa categoria: « La Valganna

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
13
15
18
Data : 2019-05-18
20
21
22
23
27
28
29
30
31

Vi consigliamo...

Più popolari