Lunedì 26 Giugno 2017
Venerdì, 30 Maggio 2014 00:00

La Valle Veddasca In evidenza

Vota questo articolo
(8 Voti)
Il lago Maggiore dall'Alpone Il lago Maggiore dall'Alpone Mario Parietti

Piccola presentazione e galleria fotografica di un territorio affascinante, in provincia di Varese (con un lembo in Canton Ticino).

Siamo all'estremo nord della provincia di Varese, al confine con il Canton Ticino. La valle Veddasca è accessibile attraverso 3 accessi principali:

partendo da Luino (passando per Dumenza e la val Dumentina), Maccagno (si risale la SP5) e Vira Gambarogno (cantonale verso l'Alpe di Neggia) in Svizzera. 

LE VALLI DEL LAGO MAGGIORE: VALLE VEDDASCA

Informazioni principali, i paesi, gli alpeggi, le più belle escursioni

E' bella e particolare la Valle Veddasca; solcata dal fiume Giona, è praticamente priva di passaggi carrabili tra sinistra e destra orografica. Appartiene alla prima il comune di Curiglia con Monteviasco, raggiungibile salendo da Luino, dopo essere passati per la bella valle Dumentina; fanno parte della seconda Indemini di Gambarogno (in territorio svizzero), Veddasca e Maccagno (proprio in tempi recenti, a seguito di un referendum, Maccagno e Veddasca si sono uniti a Pino Lago Maggiore formando il comune di Maccagno con Pino e Veddasca); l'accesso in questo lato della valle avviene da Maccagno e Passo di Neggia in Canton Ticino. Chi decidesse di esplorare questo lembo di territorio si trova a dover fare una prima scelta di versante: quello che parte da Maccagno o quello che parte da Luino. Sono entrambi belli e meritevoli di essere conosciuti. Chi ama camminare può organizzarsi un'escursione di grande interesse partendo da Maccagno: l'antica via della Veddasca (pur con qualche tratto su strada asfaltata), partendo da Maccagno Superiore la risale tutta: regala paesaggi meravigliosi sul lago Maggiore, attraversa i bei boschi, gli antichi borghi e numerose testimonianze di architettura religiosa (sul sito ho descritto la passeggiata fino ad Armio, Link). Partendo da Maccagno Inferiore è possibile risalire la valle dall'altro versante: passando per il monte Venere si arriva alla località Campagnetta e dopo un breve tratto su strada asfaltata in località Cinque Vie si prosegue verso il Roccolo, bellissimo balcone panoramico per poi arrivare a Curiglia.

Musignano, personaggio in legno
Musignano, personaggio in legno

 

Il versante occidentale della valle Veddasca è risalito dalla SP5 che arriva fino al confine con la Svizzera; interessante la diramazione verso Campagnano che porta al lago Delio e poi sale fino al passo della Forcora per ridiscendere ad Armio. E' molto panoramica con numerosi belvederi sul lago Maggiore, il più famoso è quello di san Rocco, dove c'è una piccola chiesa. Da vedere a Campagnano la chiesa con la meridiana monumentale ed il vicino lavatoio recentemente ristrutturato (Link all'articolo). A Musignano ci sono i caratteristici personaggi in legno (Link). Il lago Delio è meta conosciuta e rinomata, è chiuso da due dighe ed il suo invaso è utilizzato per la creazione di energia elettrica dalla sottostante Centrale Elettrica di Roncovalgrande; da segnalare alcune aziende agrituristiche ed un campo di tiro a volo in località Montagnola. Rimanendo sulla SP5 s'incontrano i centri abitati di Veddo, Garabiolo, Armio, Cadero (da poco tempo trasformato in una galleria di mosaici all'aperto), Graglio, Lozzo e Biegno, tutti meritevoli di una sosta. Imperdibile il passo della Forcora, raggiungibile da Armio, con l'unica stazione adibita allo sci alpino in provincia di Varese, sul monte Cadrigna, dove si gode uno splendido panorama.

Croce di vetta del monte Cadrigna
La vetta del Monte Cadrigna, raggiungibile in pochi minuti a piedi dal passo della Forcora con lo splendido panorama sul lago Maggiore

Dalla Forcora si possono fare diverse escursioni molto appaganti: tra le altre lo svizzero Monte Paglione raggiungibile passando per l'alpeggio di Monterecchio. Se amate il buon cibo ed i prodotti del territorio è d'obbligo la sosta al Pian du Lares (Link). 

Proseguendo sulla provinciale, oltrepassato Biegno, si raggiunge il lembo di valle Veddasca che fa parte del canton Ticino: Indemini è un borgo caratteristico di assoluta bellezza. Ne ho parlato recentemente descrivendo un giro ad anello che passa dall'alpe di Neggia (Link). Innumerevoli le possibilità di passeggiate in questa zona tra cui sant' Anna, il monte Gambarogno ed il monte Tamaro.

Il versante orientale della valle Veddasca ha il suo centro nevralgico in Curiglia con Monteviasco, vera perla da scoprire e conoscere. A Curiglia ha sede il comune e risiede la maggior parte degli abitanti: è punto di partenza di numerose gite ed i suoi piccoli vicoli caratteristici meritano una visita. Da Curiglia si raggiungono gli alpeggi di Sarona e Alpone: la salita più comoda è rappresentata dalla stretta e ripida strada asfaltata chiusa al traffico privato, ma è possibile anche passare dai boschi ed effettuare un anello da Viasco. Sul sito trovate descritte tante alternative tra cui l'anello con puntata al monte Lema (Link) e la ciaspolata con meta Alpone (Link). L'Alpone è un meraviglioso alpeggio che consiglio caldamente: il pianoro con la chiesa della Madonna della Guardia è un fantastico belvedere sul lago Maggiore dove sono posizionati tavoli da picnic.

Monteviasco, raggiungibile solo a piedi o con la funivia, è meta assolutamente imperdibile: è un villaggio caratteristico dalle case in pietra, tra i più belli della provincia di Varese (Link all'articolo sul sito). Potete gustare l'ottima cucina del Vecchio Circolo, presente sul sito (Link) dopo aver percorso la storica scalinata (per moltissimi ha rappresentato la via d'accesso più rapida) o fare una delle numerose passeggiate possibili.

Notturno di Monteviasco
Panorama notturno di Monteviasco

Da Curiglia si prosegue seguendo la strada asfaltata verso Ponte di Piero, altra meta imperdibile e punto di partenza di diverse passeggiate: qui c'è la stazione a valle della funivia per Monteviasco (con il sentiero di cui parlavo sopra), un masso erratico con antiche incisioni rupestri ed una cascata molto suggestiva dove d'estate è possibile fare il bagno. Da Ponte di Piero si arriva in pochi minuti di cammino agli splendidi mulini e all'abitato di Piero a cui ho dedicato davvero numerosi post. Seguendo il TAG Valle Veddasca, presente sotto ogni articolo, trovate tutti i post dedicati a questa bellissima valle, compresi quelli che verranno realizzati in futuro. Da Piero è possibile raggiungere il versante occidentale della valle arrivando a Biegno o Lozzo. 

  • Se vuoi esplorare il territorio del Verbano vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: trovi eventi e manifestazioni, escursioni (numerose proprio nel territorio di Curiglia con Monteviasco), ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).
Letto 1665 volte Ultima modifica il Giovedì, 02 Marzo 2017 08:25

Galleria immagini

Altro in questa categoria: La Vallemaggia »

Vi consigliamo...

Più popolari