Domenica 21 Ottobre 2018
Martedì, 17 Luglio 2018 00:00

Curiglia - Sarona - Alpone - Poncione di Breno

Vota questo articolo
(5 Voti)
Alpone di Curiglia Alpone di Curiglia Mario Parietti

Bellissima escursione in valle Veddasca tra provincia di Varese e canton Ticino.

Siamo a Curiglia nell'alto varesotto, parcheggio gratuito in paese.

Come arrivare: link alla mappa Google per arrivare a Curiglia.

 

Curiglia (670 m s.l.m.) - Sarona (944 m s.l.m.) - Alpone (1200 m s.l.m.) - Piano del Poncione (1624 m s.l.m.) - Poncione di Breno (1654 m s.l.m.)

 

Quest'inverno avevo descritto la ciaspolata da Curiglia al bivio per il Poncione di Breno, poco più a monte della chiesetta della Madonna della Guardia; non avevo proseguito oltre un po' per il poco allenamento in quel periodo e un po' perché sulla neve la mia resistenza non è eccezionale.

Da allora mi era rimasta la voglia di percorrere quel tratto di sentiero che non avevo mai fatto (proseguendo dritti, a quel bivio, si raggiunge il monte Lema ed è un'altra passeggiata che trovate a questo link fatta, in salita, passando per Viasco).

Lasciata l'auto a Curiglia, nei pressi del Comune, o nei parcheggi che si trovano poco più sotto sulla strada che porta a Ponte Di Piero, ci s'inoltra per le vie del borgo con destinazione Sarona (itinerario ben segnalato) caratteristico alpeggio di cui ho parlato più volte. Per raggiungerla si può tranquillamente seguire la ripida e stretta stradina asfaltata o tagliare per il bosco (girando a sinistra alla prima cappelletta che s'incontra una volta usciti dall'abitato di Curiglia); se come me passeggiate con il vostro cagnolino tenete conto che è normale trovare caprette al pascolo lungo la via. Il transito è consentito unicamente a veicoli autorizzati ed il percorso è parte del “Sentiero del Castagno”.

Sarona è attraversata dalla stradina lastricata che continua poi, asfaltata, verso l'Alpone altro incantevole angolo di Valle Veddasca. All'ingresso di Sarona prendendo verso sinistra si trovano invece le indicazioni che consentono di raggiungere l'Alpone attraverso il sentiero che sale nel bosco.

La mulattiera si ricollega alla strada poco sotto l'Alpone (una cinquantina di minuti di cammino) un pugno di baite per la maggior parte ristrutturate con i caratteristici tetti fatti in sasso in bellissima posizione panoramica. Ad inizio Giugno quando faccio la passeggiata i rododendri sono tutti in fiore ed aggiungono colore ed ulteriore fascino.

Alpone di Curiglia valle Veddasca
Alpone di Curiglia valle Veddasca: fioriture estive

Poco sopra l'abitato c'è la piccola chiesetta della Madonna della Guardia con i tavolini per un pic nic ed il suo balcone panoramico con Monte Lema alle spalle e lago Maggiore davanti.

E' tappa dell'itinerario che stiamo percorrendo che continua appunto verso il monte Lema con la mulattiera, ben segnalata, che continua verso un primo bivio con il sentiero che sale da Pradecolo.

Proseguendo dritti, siamo ormai interamente nel bosco, s'incrocia un secondo bivio con l'indicazione per il Poncione di Breno (verso sinistra).

Il tracciato diventa un po' più ripido fino ad uscire dal bosco e portare ad un pianoro con il cippo confinale tra Italia e Svizzera dove si continua dritti fino a raggiungere la Fontana dei Tamarindi, qui si risale, piegando verso destra, fino a raggiungere il Piano del Poncione (io dal bivio, quello della ciaspolata, dove a sinistra si va al monte Lema, ho impiegato una quarantina di minuti).

Ambra sul sentiero verso la fontana dei Tamarindi
Ambra sul sentiero verso la fontana dei Tamarindi

Il Poncione di Breno, continuando a sinistra, è a pochi minuti di ulteriore salita. Se l'idea iniziale era fare la sosta mangereccia, con le nuvole che si sono abbassate e minacciano pioggia, decido di rientrare senza pause facendo un piccolo anello.

Poncione di Breno ricoperto di nuvole dalla piana del Poncione
Poncione di Breno ricoperto di nuvole dalla piana del Poncione

Scendo così verso la base del monte Lema utilizzando un tratto della famosa traversata Lema - Tamaro: tornato al piano del Poncione continuo dritto fino ad arrivare al fontanile con il sentiero che proviene dall'Alpone e mi riporta prima al “bivio della ciaspolata” successivamente a quello per Pradecolo e da qui alla chiesa della Madonna della Guardia.

Qui, con il tempo che pare essersi rimesso verso il bello, faccio la mia pausa per rientrare con lo stesso percorso fatto per salire.

 

 

  • L'itinerario da Curiglia al Poncione di Breno sulla dorsale Lema - Tamaro è soltanto una delle numerose escursioni presenti sul sito, fatta e fotografata appositamente per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prelpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito.

Informazioni aggiuntive

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Media
  • VALLE/LUOGO: Valle Veddasco
  • LUOGO DI PARTENZA: Curiglia con Monteviasco
  • PARCHEGGIO: Facile e gratuito
  • DISLIVELLO: 1000 mt. ca.
  • LUNGHEZZA: 12,3 Kmca.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, Estate, Autunno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Nessun problemi segnalato, possibile presenza animali al pascolo
  • INTERESSE: panoramico naturalistico
Letto 2541 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Luglio 2018 10:24

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
3
5
Data : 2018-10-05
6
Data : 2018-10-06
7
Data : 2018-10-07
9
10
11
13
Data : 2018-10-13
14
Data : 2018-10-14
20
Data : 2018-10-20
21
Data : 2018-10-21
29
30
31

Vi consigliamo...

Più popolari