Venerdì 22 Giugno 2018
Lunedì, 04 Giugno 2018 00:00

Gurrone - Spoccia

Vota questo articolo
(1 Vota)
Panorama di Spoccia Panorama di Spoccia Mario Parietti

Circuito di san Carlo in valle Cannobina, seconda tappa da Gurrone a Spoccia.

Siamo a Spoccia, ampio parcheggio nei pressi della chiesa parrocchiale.

Come arrivare: link alla mappa Google

 

Dopo la prima tappa del cammino di San Carlo in Valle Cannobina Traffiume - Cavaglio - Gurrone, ecco la seconda, Gurrone - Spoccia, realizzata ancora una volta privilegiando la calma esplorazione dei piccoli borghi che s'incontrano durante l'itinerario, piuttosto che la velocità.

Come la precedente la pubblico piuttosto in ritardo: è stata infatti fatta in pieno autunno il 22 ottobre 2017.

La partenza avviene dal piazzale della chiesa parrocchiale dove è agevole parcheggiare (giungendo in auto bisogna prestare un pochino di attenzione perchè la strada dal bivio sulla SP 75 è piuttosto stretta) e si gode una notevole vista panoramica sulla valle Cannobina (troviamo anche un manufatto in pietra con le indicazioni delle principali cime e paesi che possiamo vedere).

Si segue la strada asfaltata per un primo breve tratto, i cartelli numerosi e ben posizionati indicano la via da prendere, 1 ora e 35 il tempo segnalato per Spoccia al primo bivio, a pochi passi dalla chiesa. Ben presto si prende la mulattiera sulla sinistra che porta al cimitero che va fiancheggiato iniziando ad addentrarsi nel bosco.

Spoccia dalla mulattiera che proviene da Gurrone
Spoccia dalla mulattiera che proviene da Gurrone

 

Il percorso è suggestivo, con alcuni saliscendi, un ponte in pietra con una graziosa cascatella, diversi scorci sulla valle, quando gli alberi si diradano e tracce della vecchia vita di alpi ed alpeggi abbandonati: muretti a secco, cascine cadenti, abbeveratoi.

Quando si sbuca sulla strada asfaltata dove c'è una bella Volkswaghen d'epoca, si è ormai giunti alle porte di Spoccia, 10 minuti, secondo il cartello che indica la nostra meta.

Vicoli di Spoccia
Vicoli di Spoccia

Si sale ancora un poco, passando di fianco alla cappelletta del Piat, ma la gita odierna è davvero di limitato dislivello, per approdare direttamente in paese dove un po' come nel piazzale della chiesa da cui eravamo partiti la vista è spettacolare. La parrocchiale, attorno a cui il borgo è raccolto venne visitata da san Carlo Borromeo durante il viaggio pastorale il 28 Giugno 1574 (il circuito che stiamo ripercorrendo), a monte, costruita per raggiungere il cimitero è interessante la scalinata in pietra 75 gradini per 40 mt della seconda metà dell'800 la più imponente del territorio.

Spoccia in valle Cannobina
Spoccia dall'alto

Spoccia come la maggior parte dei boschi montani si è andata spopolando ed è oggi meta soprattutto estiva o nei fine settimana; è suggestiva regala memorie di tempi andati e val la pena ammirarla dall'alto prendendo i vicoletti che portano a monte.

Per il ritorno si percorre la strada fatta all'andata.

 

 

  • La passeggiata da Gurrone a Spoccia è soltanto una delle numerose escursioni presenti sul sito, fatta e fotografata appositamente per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prelpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato. 
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito.

 

Informazioni aggiuntive

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Facile
  • VALLE/LUOGO: Valle Cannobina
  • LUOGO DI PARTENZA: Gurrone (Vb)
  • PARCHEGGIO: Facile e gratuito
  • DISLIVELLO: 400 mt. Ca.
  • LUNGHEZZA: 11,5 Km ca.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Tutto l'anno
  • INTERESSE: panoramico culturale storico naturalistico didattico
Letto 328 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Giugno 2018 16:44

Vi consigliamo...

Più popolari