Domenica 17 Dicembre 2017
Martedì, 14 Novembre 2017 00:00

Devero - Laghi di Sangiatto - Alpe Poiala

Vota questo articolo
(1 Vota)
Lago di sangiatto superiore Lago di sangiatto superiore Mario Parietti

Escursione autunnale in un'ambiente meraviglioso: il parco regionale Veglia Devero.

Siamo all'Alpe Devero Devero: parcheggio a pagamento (5,00 € per l'intera giornata) sotto l'abitato. In caso di afflusso massiccio di turisti c'è una navetta gratuita che dal parcheggio più in basso porta all'abitato.

Per arrivare all'Alpe Devero si deve prendere la Statale del Sempione in direzione confine di stato, uscire a Crodo e risalire la valle fino a Baceno, dove si gira a sinistra in centro paese continuando sempre dritti fino a Goglio, dove si deve prendere la strada a destra fino ad arrivare ai parcheggi. Le segnalazioni sono comunque buone.

Alpe Devero (1631 m s.l.m.) - Alpe Sangiatto (2010 m s.l.m.) - Bocchetta di Scarpia (2248 m s.l.m.) - Alpe Poiala (2148 m s.l.m.) - Alpe Sangiatto - Crampiolo (1767 m s.l.m.) - Alpe Devero (1631 m s.l.m.).

ESCURSIONE EFFETTUATA DOMENICA 15 OTTOBRE 2017.

Sono passati circa 11 mesi dall'ultima volta che sono salito all'Alpe Devero: nel Novembre 2016 avevo percorso l'antico sentiero che saliva da Goglio, via normale quando la strada non era aperta al pubblico ed il Devero era meta amata e frequentata ma decisamente meno di oggi con il dibattito attualissimo sulla costruzione di nuovi impianti di collegamento con San Domenico. L'escursione descrive un meraviglioso itinerario in zone non troppo frequentate con l'auspicio che questi luoghi fantastici si mantengano integri anche in futuro. La passeggiata parte da dove ero arrivato lo scorso Novembre e si spinge verso il Grande Est del Devero per raggiungere la bocchetta di Scarpia e scendere all'alpe Poiala, è fattibile da un'escursionista allenato e ben segnalata; dal tardo autunno ed inizio primavera è facile incontrare neve alle quote più elevate.

Lasciata l'auto lungo la strada o nel parcheggio coperto a seconda della disponibilità si entra in paese e si prende a destra seguendo il primo dei sentieri che s'incontrano per raggiungere Crampiolo seguendolo fino a Corte d'Ardui (meno di mezz'ora di cammino) dove s'incontra il bivio per alpe Sangiatto e bocchetta di Scarpia (verso destra) raggiungendo presto l'ampia mulattiera che conduce al lago di Sangiatto Inferiore e a monte di questo l'alpe (io c'impiego circa 45 minuti). I larici del Devero sono nei loro colori autunnali migliori, contrastano con l'azzurro del lago e del cielo e invitano a fotografie davvero numerose. Gli escursionisti sono diversi ed i bambini non mancano davvero ma d'altra parte la salita ai laghi del Sangiatto è davvero alla portata di tutti e meta ideale per famiglie.

Lago di Sangiatto Inferiore
Lago di Sangiatto Inferiore

All'alpe bisogna proseguire verso destra seguendo l'evidente indicazione verso la bocchetta di Scarpia; prima della parte di sentiero un po' più ripida si raggiunge il lago di Sangiatto Superiore che merita decisamente una deviazione quantomeno fotografica.

Lago di Sangiatto Superiore
Lago di Sangiatto Superiore

Tornati sui propri passi s'inizia a salire con un tracciato ben indicato da bolli bianchi e rossi. La bocchetta è a un'ora scarsa dall'alpe Sangiatto, con i suoi 2248 m s.l.m. è il punto più elevato della gita odierna. Per raggiungere l'alpe Poiala bisogna perdere un centinaio di metri di dislivello con un panorama che regala viste sul lago d'Agaro con alle spalle il monte Cistella; dalla bocchetta per raggiungerla s'impiegano circa 45 minuti.

Lago d'Agaro
Lago d'Agaro: la costruzione della diga ha creato un invaso artificiale che ha sommerso l'antico paese

A circa una trentina di minuti c'è l'omonimo lago, io, visto il tempo perso per le fotografie e le giornate che vanno accorciandosi, mi fermo per la sosta panino rinunciando a raggiungerlo.

Per il rientro ripercorro per una buona parte i sentieri fatti (ed i paesaggi con la luce cambiata sono ancora più belli) fino ad incontrare un bivio sulla mulattiera sotto il lago di Sangiatto Inferiore: una deviazione, verso destra, porta a Crampiolo in circa mezz'ora: è un breve allungamento di percorso che vale davvero la pena fare.

Crampiolo, scendendo dai laghi di Sangiatto
Crampiolo, scendendo dai laghi di Sangiatto

Crampiolo di Domenica è decisamente affollata ma passarci è sempre bello anche per fare scorta di formaggio a chilometro zero. Per rientrare all'alpe Devero seguo l'ampia mulattiera che sbuca sulla piana dove qui in pochi minuti si arriva al centro abitato e quindi al parchegio.

  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, itinerari sulla linea Cadorna, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito! 
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 7 ore circa per l'intero giro comprese le soste
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Media
  • VALLE/LUOGO: Val d'Ossola Parco regionale Veglia Devero
  • LUOGO DI PARTENZA: Alpe Devero
  • PARCHEGGIO: A pagamento
  • DISLIVELLO: 800 mt. Ca.
  • LUNGHEZZA: 16,5 Km Ca.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, Estate, Autunno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Nessun problema segnalato. In estate animali al pascolo
  • INTERESSE: panoramico naturalistico
Letto 907 volte Ultima modifica il Martedì, 14 Novembre 2017 17:11

Galleria immagini

Vi consigliamo...

Più popolari