Lunedì 26 Giugno 2017
Mercoledì, 10 Maggio 2017 00:00

Monte Lema itinerario degli alpeggi, giro ad anello

Vota questo articolo
(6 Voti)
Vetta del monte Lemacon il panorama del lago Maggiore e la croce Vetta del monte Lemacon il panorama del lago Maggiore e la croce Mario Parietti

Bellissimo itinerario escursionistico ad anello di buon respiro sul monte Lema tra Italia e Svizzera.

Siamo in val Dumentina, in località Pragaletto, sulla strada che porta a Pradecolo, poco prima dell'ingresso al monastero Benedettino; piccolo spiazzo per parcheggiare all'inizio del sentiero.

Come arrivare: Per Pradecolo, partendo da Luino, si sale verso Dumenza con la SP6, la si oltrepassa assieme alle frazioni di Runo, Stivigliano e Due Cossani. Oltrepassato il piccolo borgo si incontra l'incrocio delle cinque vie con il bivio segnalato (prendere a destra). L'inizio del sentiero gippabile, con sbarra, è ben visibile, sulla destra dopo circa 5 Km dal bivio delle 5 vie.

Ho dedicato al monte Lema, cima a cavallo tra Italia e Svizzera, provincia di Varese e canton Ticino, numerosi post con itinerari di vario genere, fatti in varie stagioni dell'anno, ciaspolata da Pradecolo compresa: da un lato è un po' la mia montagna di casa, facile da raggiungere e sempre pronta ad essere percorsa, dall'altra è davvero una meta adatta a tutti gli amanti dell'aria aperta capace di permettere trekking di ogni tipo, giri ad anello di buono sviluppo compresi.

L'itinerario di oggi è proprio un anello che, partendo dall'Italia, raggiunge la vetta dal versante svizzero per ridiscendere utilizzando il classico percorso che porta a Pradeccolo. La prima parte ripercorre esattamente il percorso che avevo fatto con le ciaspole.

Lasciata l'auto in località Pragaletto (965 m s.l.m.) si segue l'ampia strada gippabile che tende a far perdere quota; il primo alpeggio che s'incontra, dopo pochi minuti di cammino è l'alpe Giani. Proseguendo, si arriva, dopo una ventina di minuti dalla partenza, al bivio ben segnalato per Pra Bernardo (svolta a sinistra); chi lo volesse può fare una piccola devizione per l'Alpe Bovis dove, seguendo i cartelli si arriva ad un belvedere con vista sul lago Maggiore.

Dal bivio, Pra Bernardo si raggiunge in 20, 25 minuti: ci sono alcune baite, non proprio in buone condizioni e una bella vista sul Verbano. Alle spalle delle costruzioni si trovano i cartelli che indicano la direzione per Pra Fontana che, senza far troppa fatica si raggiunge in un'altra ventina di minuti. Anche qui la vista sul lago Maggiore è notevolmente bella (sul sito ho descritto l'itinerario che porta all'Alpe Fontana da Dumenza).

Alle spalle delle baite, con segnalazioni e cartelli evidenti, si prosegue verso il monte Lema passando per l'alpe Dumenza (circa mezz'ora di salita nel bosco): a questo punto con le le piante che si sono diradate il panorama è davvero spettacolare e lo sarà fino alla croce di vetta che si raggiunge (è necessaria un'altra ora scarsa di cammino) dopo essere passati per la stazione d'arrivo della funivia. Siamo ormai entrati in territorio svizzero e per buona parte dell'ultimo tratto di salita si attraversano i pascoli: attenzione e guinzaglio se camminate con il vostro amico cane come faccio io.

Salendo al monte Lema
Panorama salendo al monte Lema

Il riposo è decisamente meritato e la vista, pur ammirata tante volte, regala comunque emozioni. L'anello prosegue scendendo dal versante opposto da cui si è saliti fino ad incrociare il sentiero Insubrico (l'anello circolare che percorre in piano il monte poco sotto la vetta passando per la funivia) dove s'incontrano le indicazioni per Pradeccolo.

La discesa non è lunga e, dopo un bel tratto panoramico, avviene quasi tutta nel bosco ricco di betulle prima e faggi successivamente. Prima di arrivare alla chiesetta della foto val la pena fare una piccola sosta a pian di Runo per ammirare il panorama e il bell'alpeggio.

Chiesetta a Pradeccolo
Chiesetta a Pradeccolo

Proprio sotto la chiesa s'incontra la strada asfaltata che proviene dalle Cinque vie (dove abbiamo parcheggiato) permettendoci di scegliere la modalità preferita per chiudere l'anello. Vi sono 3 possibilità: seguire la strada asfaltata, inoltrarsi per l'ampio sentiero che s'incrocia al primo tornante dove, fatti pochi minuti di cammino, s'incontra, sulla destra, la deviazione per pra Bernardo dove si compie al contrario il tragitto fatto all'andata (e se non si è stanchi di camminare si può anche evitare la deviazione e proseguire dritti fino ad arrivare all'alpe Fontana da dove si rientra per il sentiero di salita), prendere il sentiero che scende, nel bosco in località Pragaleto.

  • La passeggiata  ad anello al monte Lema è soltanto una delle numerose escursioni presenti sul sito, fatta e fotografata per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prelpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

Informazioni aggiuntive

Letto 2054 volte Ultima modifica il Giovedì, 01 Giugno 2017 08:47

Vi consigliamo...

Più popolari