Mercoledì 18 Ottobre 2017
Martedì, 19 Maggio 2015 00:00

Ponte tibetano in valle Sementina In evidenza

Vota questo articolo
(5 Voti)
Ambra e il ponte tibetano che unisce i due versanti della valle Sementina Ambra e il ponte tibetano che unisce i due versanti della valle Sementina Mario Parietti

Giro ad anello nel bellinzonese, tra natura, arte e storia, passando per il ponte tibetano, inaugurato il 31 maggio 2015.

Siamo a Monte Carasso, nei pressi di Bellinzona, parcheggi gratuiti attorno alla funivia per Mornera e a Sementina.

Come arrivare a Monte Carasso: il paese confina direttamente con Bellinzona, sulla sponda orografica destra del fiume Ticino. Da Locarno si può utilizzare la cantonale che passa per Gudo. In paese si trovano le indicazioni per la funivia punto di partenza dell'escursione.

ESCURSIONI IN CANTON TICINO: IL PONTE TIBETANO

Monte Carasso (229 m s.l.m.) - Chiesetta di Pedemonte (297 m s.l.m.) - Corte di Sotto (600 m s.l.m.) - Chiesa di san Bernardo (616 m s.l.m.) - Ponte Tibetano Carasc (696 m s.l.m.) - Monti Bassi (780 m s.l.m.) - Sementina (247 m s.l.m.) - Monte Carasso (229 m s.l.m.)

La passeggiata è un giro ad anello: parte da Monte Carasso, passa da Curzut, dalla chiesa di san Bernardo, arriva al ponte tibetano, scende a san Defendente, a Sementina ed infine ritorna a Monte Carasso; è fattibile da tutti (io ho incontrato numerosi bambini) ma necessita di un minimo di allenamento.

Ero stato da queste parti a Pasqua, per visitare la bellissima chiesa affrescata di san Bernardo

Vista interna della chiesa di san Bernardo a Monte CarassoVista interna della chiesa di San Bernardo di Monte Carasso con numerosi e bellissimi affreschi

(normalmente chiusa, bisogna farsi dare le chiavi alla stazione di partenza della funivia per Mornera, Link all'articolo) e mi ero reso conto delle varie possibilità di salita (compreso l'utilizzo della fermata intermedia di Curzut): il mio consiglio è quello di prendere il sentiero che parte alla fine di via Pedmunt (la via che attraversa il paese e parte proprio sotto la stazione della funivia) e sale alla chiesa della Santissima Trinità in posizione panoramica, a ridosso delle fortificazioni dei fortini della Fame e ben visibile da valle, appena sopra il fiume. Il sentiero sempre ben segnalato, sale subito in maniera decisa e oltre l'edificio religioso, attraversa in più punti la strada asfaltata. Prima di arrivare a Curzut, l'ex villaggio di Monte Carasso (dove è presente anche un ostello) è possibile seguire le indicazioni per San Barnard e arrivare alla chiesa, monumento nazionale, in maniera diretta.

Il sentiero che da Curzut porta a san Bernardo

Il sentiero che da Curzut porta alla chiesa romanica di san Bernardo

L'edificio di origine romanica, sosta obbligata per i numerosi affreschi (all'esterno tra l'altro si trova anche un san Cristoforo, protettore dei viandanti, tempo di percorrenza circa un'ora), permette di riprendere fiato e fare scorta d'acqua alla fontana prima di riprendere il cammino. Dopo il tratto in falsopiano, da Curzut alla chiesa, il sentiero torna ad essere più faticoso e porta finalmente al ponte in poco più di mezz'ora.

Sentiero per il ponte Tibetano

tratto di sentiero con scalini in sasso tra la chiesa e il ponte

Il ponte "Tibetano" di Monte Carasso

L'opera è imponente e già, prima dell'inaugurazione di fine maggio 2015, meta di numerosi turisti: lungo 270 m, è sospeso 130 m sopra il letto del rio Sementina e consente il passaggio tra i due versanti della valle altrimenti molto difficoltoso. Realizzato, unitamente a tutte le opere collaterali tra il 2014 ed il 2015, è stato voluto dalla fondazione Curzut – S. Barnard per la conservazione ed il rilancio dei monti che si affacciano sulla piana di Magadino, ricchi di vita e storia nei secoli passati ma ormai ampiamente abbandonati per lo spostamento a valle della principali attività economiche. Giunti nell'altro versante si risale ancora per un breve tratto per iniziare poi a ridiscendere verso san Defendente e quindi Sementina dove, accanto ai vigneti è presente un tratto ben conservato della linea difensiva dei Fortini della Fame (link all'articolo sull'itinerario di Camorino con alcuni cenni storici).

Fortini della Fame a Sementina

Tra i vigneti, che s'incontrano numerosi sul percorso, il tratto di Fortini della Fame a Sementina

Attraversato il rio Sementina, passando dalla cantonale, si rientra a Monte Carasso (volendo è possibile anche lasciare l'auto nel parcheggio a fianco del fiume di Sementina, tempo per la seconda parte dell'escursione un'ora e 40 minuti Ca.). 

  • La passeggiata al ponte tibetano è soltanto una delle numerose escursioni presenti sul sito, fatta e fotografata appositamente per questo progetto; seguendo questo Link ne trovi molte altre, nelle valli piemontesi, sulle Prelpi varesine e nel territorio del canton Ticino.
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: oltre alle escursioni ci sono punti d'interesse, i luoghi dichiarati dall'unesco Patrimonio dell'Umanitò, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato.
  • Per un contatto diretto c'è anche l'apposita pagina Facebook a cui puoi metter un bel mi piace ed eventualmente segnalare qualche evento interessante!
  • Se sei titolare di un'attività caratteristica, di un bed and breakfast, ristorante o albergo puoi avere un articolo di presentazione nelle apposite sezioni del sito raggiungendo un pubblico selezionato interessato al territorio (alcune informazioni e contatti a questo Link).

 

Informazioni aggiuntive

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 3 ore 40 min. Ca per l'anello
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Facile
  • VALLE/LUOGO: Valle Sementina
  • LUOGO DI PARTENZA: Monte Carasso
  • PARCHEGGIO: Gratuito attorno alla partenza della funivia
  • DISLIVELLO: 600 mt. Ca.
  • LUNGHEZZA: 9 Km ca
  • PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, Estate, Autunno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Nessun problema segnalato; tratti su strada asfaltata
  • INTERESSE: panoramico culturale artistico storico artistico naturalistico
Letto 9095 volte Ultima modifica il Giovedì, 16 Marzo 2017 17:02

Galleria immagini

Vi consigliamo...

Più popolari