Thursday 20 June 2019
Tuesday, 21 May 2019 00:00

Ponte di Piero - Monteviasco - Indemini - Biegno - Piero - Ponte di Piero

Rate this item
(1 Vote)
Indemini in canton Ticino Indemini in canton Ticino Mario Parietti

Escursione ad anello in valle Veddasca, esplorando alcuni dei borghi più belli della valle tra varesotto e canton Ticino.

Siamo a Ponte di Piero nel Comune di Curiglia con Monteviasco, ampio parcheggio in parte a pagamento in parte gratuito.

Da Luino si sale dapprima verso Fornasette per poi svoltare a sinistra verso Dumenza, si attraversa il paese e si svolta a destra verso Due Cossani al bivio per Agra procedendo poi sulla strada principale che porta a Curiglia e successivamente scende a Ponte di piero (indicazioni marroni per la funivia per Monteviasco).

Come arrivare: link alla mappa Google per raggiungere Ponte di Piero.

 

 

Ponte di Piero (549 m s.l.m.) - Indemini (979 m s.l.m.) - Biegno (898 m s.l.m.) – Ponte di Piero (549 m s.l.m.)

 

L'escursione ad anello che, partendo da Ponte di Piero raggiunge Monteviasco e successivamente Indemini per tornare al punto di partenza passando da Biegno e Piero, è una passeggiata che ho già descritto sul sito. Mi piace riproporla, a distanza di alcuni anni, con nuove foto, visto che attraversa alcuni dei paesi più interessanti della valle Veddasca ed interessa entrambi i versanti della valle compreso lo spicchio di Canton Ticino.

Dall'ampio piazzale di Ponte di Piero dove parte la funivia, al momento ferma, per Monteviasco ci si dirige verso l'inizio della celebre mulattiera dei 1400 gradini che porta al borgo interamente pedonale in 45/55 minuti. 

L'inizio della mulattiera per Monteviasco a Ponte di Piero
L'inizio della mulattiera per Monteviasco a Ponte di Piero

Il bivio, poco dopo una cappelletta, è il punto di chiusura del nostro anello visto che procedendo dritti e dopo aver attraversato il ponte sul Giona si raggiunge dopo una breve camminata Piero.

In questa primissima parte d'escursione si evita la svolta a sinistra che porta ai mulini di Piero per continuare in salita verso destra, senza incontrare altre deviazioni fino al bivio per Indemini (svolta a sinistra). Come dicevo all'inizio il tracciato è interamente scalinato e non manca mai di stupire il camminatore che lo percorre ed ammira il duro lavoro fatto dai valligiani circa duecento anni orsono (la mulattiera venne infatti costruita tra il 1813 ed il 1822). L'ascesa è interamente nel bosco e sul percorso s'incontrano un paio di cappellette che aiutano nel marcare il procedere del cammino.

Come dicevo all'inizio l'escursione ad anello è l'occasione per esplorare ed ammirare alcuni borghi della valle Veddasca ragion per cui val la pena evitare di prendere subito il sentiero per Indemini per completare l'itinerario che raggiunge prima la chiesa della Madonna della Serta e poi Monteviasco regalandosi una passeggiata per le vie del paese dove le case sono tutte di pietra con i balconi in legno e son presenti ben 3 ristoranti. 

Panorama di Monteviasco
Panorama di Monteviasco

Tornati sui propri passi s'inizia la parte “più corposa” della passeggiata che dal bivio di cui dicevo sopra porta ad Indemini sul versante opposto della Valle Veddasca; tempo di percorrenza all'incirca ore e 30 minuti.

L'uscita da Monteviasco regala subito una bellissima vista sul lago Maggiore poi si torna nel bosco su un percorso segnalato ed evidente che necessita comunque di un minimo di attenzione perché i bolli in vernice bianca e rossa sono un po' vecchiotti.

 

 

 

Tra vallette con graziose cascatelle e qualche saliscendi si notano numerose cascine abbandonate fino ad arrivare ad un pianoro dove una palina con un cartello giallo ci indica che siamo entrati in territorio ticinese.

Dal cartello giallo inizia la discesa che porta al ponticello che attraversa il torrente da cui si dovrà risalire per raggiungere Indemini. 

Sugli alberi vi sono alcuni segnali triangolari (prestare attenzione): è un tratto abbastanza ripido da percorrere con prudenza soprattutto in caso di terreno scivoloso. 

Raggiunta la parte bassa di Indemini, con il sentiero ormai diventato ampia mulattiera, si può decidere di continuare per questa via (diventa asfaltata, raggiunge prima la chiesa e successivamente la cantonale che a sinistra scende a Biegno e a destra sale all'alpe di Neggia) ma vale ovviamente la pena di prendere una scaletta che porta all'interno del nucleo per ammirare le caratteristiche vie ed abitazioni del borgo Ticinese, non dissimile peraltro da Monteviasco: case in pietra e legno tetti realizzati dalle caratteristiche piode ed abitazioni addossate le una alle altre a formare piccole vie disposte a livelli sulla costa della montagna. Paese un tempo esclusivamente agricolo oggi, d'estate è apprezzata meta turistica.

Una casa di Indemini
Una casa di Indemini

Salendo i gradini di una delle vie che portano a monte si lascia Indemini per portarsi a Biegno: è un tratto di percorso che si effettua su strada asfaltata attraversando anche il confine un tempo presidiato dalle due frontiere italiana e svizzera ma che oggi si attraversa liberamente (tempo di percorrenza circa mezz'ora). 

Poco sopra la chiesa di Biegno ci sono i cartelli di segnalazione per il sentiero per Piero: si attraversa il paese più a monte di questo versante della Valle Veddasca italiana (fa parte del comune di Maccagno con Pino e Veddasca) fino a raggiungere il sentiero che ci riporta nel bosco e scende in maniera decisa e abbastanza ripida (una quarantina di minuti).

 

Panorama di Monteviasco
Panorama di Monteviasco da Biegno

 

Piero è la "ciliegina sulla torta" di questo itinerario per alcuni dei borghi più belli della valle Veddasca, un pugno di case, una manciata di abitanti che vi soggiornano tutto l'anno e non da ultimo anche l'agriturismo Kedo, presente sul sito lago Maggiore e dintorni e recentemente rinnovato nelle sue proposte ai clienti.

 

 

  • Per altre bellissime escursioni sul Verbano e nelle sue splendide valli puoi seguire questo Link
  • Se vuoi esplorare il territorio del lago Maggiore vai alla Homepage e scegli tra i vari menù di navigazione: ci sono punti d'interesse, escursioni, aree verdi, ville, chiese, cascate, ristoranti e moltissimo altro ancora. Tutto il materiale è originale e appositamente realizzato per il sito.
  • Per un contatto diretto e quotidiano abbiamo creato la pagina Facebook dove è possibile segnalare  eventi e manifestazioni. Un bel Mi Piace è sempre gradito!   

Additional Info

  • TIPOLOGIA ITINERARIO: Escursione a piedi
  • DURATA ITINERARIO: 8 ore (con le numerose soste)
  • DIFFICOLTA' ITINERARIO: Adatto a tutti
  • VALLE/LUOGO: Valle Veddasca
  • LUOGO DI PARTENZA: Ponte di Piero
  • PARCHEGGIO: Facile, gratuito e a pagamento
  • DISLIVELLO: 650 mt.Ca.
  • LUNGHEZZA: 17 Km Ca.
  • PERIODO CONSIGLIATO: Primavera, Estate, Autunno
  • TIPO DI SEGNALAZIONE: Buona
  • CANI: Possibilità di incontrare animali al pascolo, tratti in paese e su strada asfaltata
  • INTERESSE: panoramico naturalistico
Read 645 times Last modified on Tuesday, 28 May 2019 13:37

Calendario eventi

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
3
5
6
10
11
15
Date : 2019-06-15
16
Date : 2019-06-16
17
18
19
20
21
24
25
26
27

Vi consigliamo...

Più popolari